Che cos'è la neurrolinfomatosi nei polli, come si manifesta e come trattarla?

La morte improvvisa di un uccello porta sempre le maggiori perdite a tutta l'economia.

Ci sono molte malattie che possono causare la morte di un uccello. Tra questi, una delle malattie più pericolose è la neurolinfomatosi, che colpisce tutti gli organi interni del pollo.

La neurolimfomatosi è una malattia neoplastica altamente contagiosa dei polli, caratterizzata da gravi disturbi neoplastici che si verificano negli organi parenchimali.

Di regola, questa malattia è accompagnata dall'emergere di molteplici processi infiammatori nel sistema nervoso periferico.

Spesso negli uccelli il colore dell'iride cambia, i processi proliferativi nei linfociti e le cellule plasmatiche degli organi interni costituiti da parenchima sono registrati.

La malattia può manifestarsi nei polli di tutte le razze, quindi tutti gli allevatori di uccelli devono monitorare il proprio bestiame. Le epidemie di neurolimfomatosi sono spesso imprevedibili.

Qual è la neurolimfomatosi nei polli?

Neurolimfomatosi è stata scoperta relativamente di recente.

La prima menzione del pollame che ha sofferto di questa malattia è stata datata 1907.È stato quest'anno che gli specialisti sono stati in grado di descrivere con precisione la neurolimfomatosi: il suo decorso, i sintomi, le misure di controllo e la prevenzione.

La malattia porta grandi perdite a qualsiasi famiglia, dove si manifesta. Neurolimphomatosis, avendo apparito una volta, facilmente passa da polli malati a sano.

In media, l'uccello colpito in una fattoria arriva al 70%, mentre il numero totale di polli ammalati muore al 46%.

La mortalità da questa malattia è molto più alta di quella della leucemia, quindi è considerata pericolosa per qualsiasi allevatore dell'uccello.

Agenti patogeni della malattia

L'agente eziologico della neurolimfomatosi è il virus dell'herpes contenente il DNA del gruppo B - Herpesvirusgalli-3.

Questo virus induce facilmente l'attività interferonogenica e immunosoppressiva nel pollo, che riduce la sua resistenza generale a fattori esterni, aumentando il rischio di infezione con altre infezioni.

Molto spesso il virus dell'herpes provoca altre malattie, tra cui infezioni da borsa infettiva, leucemia, sarcoma, infezioni da adenovirus, ecc. sono spesso registrate.

Il virus dell'herpes sopravvive bene nell'ambiente esterno. Gli specialisti hanno scoperto che può rimanere vitale fino a 8 mesi nei follicoli di piuma tagliati.

Ad una temperatura di 65 ° C, il virus mantiene la sua patogenicità per molti mesi, ma se la temperatura scende a 20 ° C, può morire dopo sei mesi in un tale ambiente.

È noto che il virus dell'herpes muore a 4 ° C dopo 14 giorni, a 20-25 ° C - per 4 giorni, a 37 ° C - per 18 ore. In questo caso, il virus diventa instabile sotto l'azione dell'etere. Per questo motivo, qualsiasi alcali, formaldeide, lisolo, fenolo viene utilizzato per disinfettare le stanze e le carcasse degli uccelli caduti.

Corso e sintomi

Il periodo di incubazione del virus può durare da 13 a 150 giorni.

Tutto dipende dalle condizioni esterne, nonché dalla resistenza di un particolare individuo.

Inoltre, i veterinari hanno dimostrato che le razze di polli con un potenziale genetico più elevato soffrono di neurolimfomatosi più spesso.

Allo stesso tempo il tasso di sviluppo della malattia colpisce l'età del pollo.

Gli uccelli più giovani e purosangue hanno un periodo di incubazione più breve e rapido corso acuto della malattia.

Neurolimfomatosi è divisa in due forme possibili: acuta e classica. Il decorso acuto della malattia si manifesta spontaneamente nelle fattorie.

I polli hanno i primi sintomi nervosi in 40 giorni, ma ci sono stati casi in cui potevano manifestarsi dopo 58 o addirittura 150 giorni.Con questa forma di neirolimfomatosi, la mortalità di un uccello può variare dal 9 al 46%.

Per quanto riguarda gli uccelli adulti, iniziano ad abbandonare il mangime, rapidamente perdono peso, non riescono a mantenere la postura corretta. Nelle galline ovaiole, il numero di uova demolite viene drasticamente ridotto.

Neurolimfomatosi in forma classica può essere subacuta o trasformarsi in una forma cronica. Con un periodo di incubazione di 14 a 150 giorni, è caratterizzato da zoppia, paralisi degli arti, seroglaziyem, perdita di reazione alla luce.

Tipicamente, l'uccello muore entro 1-16 mesi dalla manifestazione dei primi sintomi. Il livello di mortalità è compreso tra 1 e 30%

Bress La razza gallese dei polli è caratterizzata da un colore bianco brillante e una cresta rossa.

La tubercolosi degli uccelli è una delle malattie più terribili. Proteggi te stesso e i tuoi uccelli leggendo un articolo sulla tubercolosi.

diagnostica

La diagnosi di neurolimfomatosi viene stabilita solo dopo lo studio di materiale biologico e di dati patogenetici.

Il materiale biologico estratto dai polli vivi consiste in biosaggi su polli ed embrioni. Inoltre, vengono condotti studi istologici e sierologici, durante i quali specialisti distinguono neurolimfomatosi da leucemia, sarcoma, ipovitaminosi, influenza e listeriosi.

Tutte queste malattie hanno sintomi molto simili, che possono essere facilmente confusi.

trattamento

Sfortunatamente, questa malattia difficile da trattarequindi l'uccello malato viene mandato più spesso al macello, in modo che il resto del bestiame non sia malato.

Tuttavia, varianti attenuate di ceppi del virus dell'herpes possono essere utilizzate per trattare i pulcini.

Vengono iniettati per via intramuscolare nel corpo del pollo, dove iniziano a combattere la malattia.

Anche per questi scopi, possono essere utilizzati ceppi patogeni naturali del virus e un vaccino di herpesvirus benigno.

Tutti questi farmaci possono davvero aiutare nella lotta contro la neirolimfomatosi, ma sono impotenti se la malattia è andata troppo oltre.

prevenzione

La stretta osservanza delle norme sanitarie può limitare significativamente la diffusione del virus attraverso la fattoria.

Quando si verifica il primo focolaio di neyrolimfomatosis, il 5-10% della popolazione infetta viene immediatamente ucciso in un mattatoio sanitario.

Immediatamente dopo, alla famiglia è vietato vendere uova da cova e pollame vivo, in quanto possono essere vettori latenti della malattia.

Dopo l'insorgenza della malattia, viene effettuata un'accurata disinfezione e pulizia di tutti i locali dell'azienda.Non dimenticare la disinfezione aggiuntiva che viene effettuata per l'inventario, dal momento che anch'essa può causare la diffusione di herpesvirus.

Lettiera e rifiuti di celle e camini sono disinfettati e bruciati. Pooh e piume di un uccello malato vengono disinfettati con l'aiuto della soda caustica, che ti permette di uccidere il virus.

Tutti gli uccelli sopravvissuti devono subire una vaccinazione aggiuntiva contro neirolimfomatoza.

I vaccini sono fatti da diversi sierotipi del virus dell'herpes, che possono colpire non solo i polli, ma altri tipi di pollame. La vaccinazione tempestiva può ridurre significativamente il rischio di questa malattia in azienda.

conclusione

La neurolimfomatosi porta quasi sempre enormi perdite alla fattoria. A causa della sua alta contagiosità, colpisce immediatamente la parte principale del bestiame, che successivamente porta alla morte del pollame.

Tuttavia, misure preventive tempestive possono aiutare i proprietari di pollame a proteggere i loro uccelli da questa malattia.

Loading...



Lascia Il Tuo Commento